I nostri vini

Barbera d'Asti Superiore

La Barbera d'Asti di Enzo Batoli proviene da Nizza. Nizza è un Cru vicino al Monferrato che oggi è considerato il migliore per la coltivazione di questo vitigno. Più della metà della Barbera in Piemonte viene prodotta attorno alle città di Alba, Asti e nell’area del Monferrato. La Barbera è un'uva popolare con una chiara origine in Piemonte. E’ così popolare infatti, che è stata a lungo chiamata come “il vino della gente”. Questo vitigno matura prima del Nebbiolo rendendolo più facile da gestire, viene inoltre considerato un alimento base per i contadini della regione. La nomenclatura “Superiore” significa un affinamento minimo di almeno 14 mesi prima della commercializzazione, 6 dei quali devono essere in botti o barrique di rovere.
La Barbera d'Asti Superiore di Enzo Bartoli è pronta da bere subito o può affinarsi in bottiglia per altri 2 o 3 anni. Disponibile anche come magnum.

Alcol: 14% Vendemmia: 2015 Vitigno: Barbera Prezzo: (prezzo di mercato)
Denominazione: DOCG Barbera d’Asti Superiore
Note di degustazione: un vino elegante e concentrato con toni di frutti rossi, ciliegia, spezie e un tocco di vaniglia e liquirizia. Il vino è fruttato, con fresca acidità e tannini equilibrati con un finale lungo e setoso.

Informazioni tecniche del vino

Barolo

Le uve provengono da terreni selezionati tra i comuni del Barolo per creare un vino il più complesso possibile. Questo vino viene prodotto al 100% da uva Nebbiolo, un'uva a maturazione più lenta che necessita di un lungo periodo di crescita per produrre grandi vini. Il Nebbiolo ha una raccolta tardiva che può arrivare anche agli inizi di Ottobre e Novembre. Durante l'autunno in questa regione arriva la prima nebbiolina, rugiada ed è proprio dalla nebbia che si arriva all’origine del nome di questa varietà: il Nebbiolo. Il Barolo ha una ricca storia che è sempre stata segnata dalla riverenza che ha fatto guadagnare ai vini il soprannome di "re dei vini e del vino dei re".
Frutta complessa, aromi fini, acidità elevata e tannini marcati sono caratteristiche tipiche di questo vitigno nebbiolo atto a divenire Barolo.
Tutte queste qualità rendono il Barolo un compagno perfetto per i cibi autunnali e invernali.
Il Barolo di Enzo Bartoli è pronto da bere ora o può invecchiare in bottiglia anche dai 5 ai 10 anni.

Alcol: 14% Vendemmia: 2014 Vitigno: Nebbiolo Prezzo: (prezzo di mercato)
Denominazione: DOCG Barolo
Note di degustazione: un vino corposo, complesso ed elegante con un'elegante maturazione.
Vino tipico del Nebbiolo ma con uno stile relativamente concentrato. Lungo e vellutato con toni di amarena, rose, tè, minerale e legno di rovere.

Informazioni tecniche del vino

Cortese

Il Cortese è un vitigno autoctono Piemontese, infatti gli archivi storici mostrano che veniva coltivato già nei primi anni del 700. Il cortese di Enzo Bartoli proviene dalle colline intorno a Tortona, vicino a Gavi, paese in cui raggiunge la sua massima espressione. Per valorizzare al meglio questo vitigno e produrre un vino perfettamente equilibrato, abbiamo declassificato la “DOCG Gavi” con “Cortese DOC” per poter vinificare il Cortese con l’aggiunta del 4% di Sauvignon Blanc. Questo vitigno infatti è in perfetto equilibrio con il Sauvignon Blanc che gli dona un tocco in più in acidità e freschezza e con l’affinamenti in bottiglia di qualche anno sviluppa toni mielati. Il Cortese viene bevuto da solo o con piatti a base di pesce fresco o insalate.
Il Cortese di Enzo Bartoli è pronto da bere subito o invecchia per 1-2 anni.

Alcol: 12% Vendemmia: 2016 Vitigno: Cortese Prezzo: (prezzo di mercato)
Denominazione: DOC Piemonte
Note di degustazione: Il vino è fruttato e fiorito con sentori di limone, contorno, mela, minerale e pesca con un lungo finale di nocciola.
Informazioni tecniche sul vino

Rosato

Questo vino rosato secco e fresco viene prodotto con due vitigni autoctoni, Barbera e Dolcetto. Per conferire al vino un carattere estivo, le uve vengono raccolte poche settimane prima del normale. Il colore particolarmente chiaro di questo rosato di Enzo Bartoli segue l'attuale tendenza dei vini rosati freschi, leggeri e croccanti. E’ un vino generoso al naso, giovanile con toni di mela, fiori di sambuco, pesca, ribes rosso, pompelmo e fragoline di bosco. Possiede un intenso corpo con note di lampone maturato al sole, fragoline di bosco con pompelmo rosso. Il vino viene spesso bevuto come aperitivo, ma si abbina anche a insalate leggere, pesce grigliato, cucina asiatica e carni leggere come il classico Vitello Tonnato.
L’ “Enzo Bartoli” rosato è pronto da bere adesso.

Alcol: 12% Vendemmia: 2017 Vitigno: Barbera, Dolcetto Prezzo: (prezzo di mercato)
Denominazione: DOC Piemonte
Note di degustazione: un vino fresco con toni di frutti rossi. Fragola selvatica, pompelmo rosso, agrumi ed erbe con un bel tono floreale.
Informazioni tecniche sul vino

Langhe Nebbiolo

Il Nebbiolo delle Langhe è un vino interessante ed estremamente versatile. Le uve Nebbiolo provengono da giovani vigneti, i migliori della regione. Questo vino non ha bisogno di tanto tempo per aprirsi come accade per il Barolo e Barbaresco. Il critico di fama mondiale Jancis Robinson ha definito il 2015 in Piemonte un'annata eccezionale. Il Piemonte è noto per i suoi vini potenti, eleganti ed il Langhe Nebbiolo non fa eccezione perché con i suoi frutti, i suoi aromi eleganti, l'elevata acidità e i tannini marcati può regalare ottimi risultati. Langhe Nebbiolo di Enzo Bartoli è un grande esempio di un Langhe Nebbiolo pieno di sentori di bacche rosse, rosa canina ed eleganti toni rosati.
Può essere consumato subito o invecchiare dai 3 ai 5 anni.

Alcol: 13,5% Vendemmia: 2015 Vitigno: Nebbiolo Prezzo: 149 kr
Denominazione: Langhe Nebbiolo DOC
Note di degustazione: Un vino elegante, con sfumature di bacche rosse, rosa canina, spezie e rose.
Informazioni tecniche sul vino

Dolcetto

Il Dolcetto è prima di tutto un vitigno autoctono piemontese, che a volte ingiustamente rimane in ombra rispetto ad altre grandi varietà locali della regione, sebbene questo vino sia uno dei più accessibili e di facile beva che il Piemonte ha da offrire.

Nonostante il nome che ricorda “un piccolo dolce”, il dolcetto è ovviamente un vino secco.

Il profilo aromatico presenta note di ciliegie scure, mirtilli, spezie e mandorle dolci. È un vino elegante, con tannini morbidi. Per gustare al meglio il dolcetto è preferibile consumarlo  giovane, ma avendo una buona capacità di invecchiamento può essere anche conservato per alcuni anni.

Servire a circa 18°C per apprezzare al meglio gli aromi. Abbinare a pasta, pizza o piatti di carne leggera.

Alcol: 13% Vendemmia: 2017 Vitigno: Dolcetto Prezzo: 99 kr
Denominazione: Piemonte
Note di degustazione:bouquet ricco di sfumature di ciliegie scure, mirtilli e mandorle dolci.
Informazioni tecniche sul vino